header colore
Baceno

Baceno - Croveo

Baceno - Croveo

Croveo

Croveo, a circa due km. da Baceno, lungo la strada per l'Alpe Devero, è un paesino che nasconde bellezze inaspettate. Nel centro storico sorgono pregevoli costruzioni in pietra e legno alcune delle quali risalenti al secolo XVI, a dimostrazione dell'importanza che dal medioevo in poi questo centro ebbe nell'ambito dei trasporti someggiati tra Italia e Svizzera lungo l'antica via dell'Arbola. Di fianco alla Chiesa Parrocchiale, dedicata alla Natività della Vergine, sorge l'abitazione del Cappellano, la Chià dul Caplan, museo dedicato all'arte sacra e alla civiltà contadina intitolato a Don Amedeo Ruscetta, il "prete viperaio". Per ricordare le vicende legate ai processi alle streghe durante il periodo dell'Inquisizione, nelle vie della parte più antica del borgo si snoda il "Percorso delle streghe " che raggiunge le marmitte giganti, grandiosi fenomeni erosivi formati dalle vorticose acque del torrente Devero, luogo di grande attrattiva naturalistica, ma anche di alto significato simbolico. Infatti la tradizione vuole che da lì le streghe prendessero il volo verso il Cervandone e il Cistella, dove avrebbero celebrato il sabba. Il percorso è corredato da una serie di totem che illustrano gli aspetti storici, culturali e antropologici della vicenda delle streghe. Sempre all'interno del borgo si può visitare un antico torchio, ancora in buone condizioni, che fino agli anni settanta è stato utilizzato per spremere una qualità di pere da cui si estraeva una specie di vino.

Info: www.comune.baceno.vb.it